Prodotti
0
Detail Amarone della Valpolicella Classico DOC - Zyme
Capacità: 75cl.
Anno: 2015
Nazione: Italia
Produttore: Zyme - Celestino Gaspari
Regione: Veneto
Tipologia: Rosso
Vitigno: Corvina Veronese Corvinone Croatina OseletaRondinella

AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO DOC - ZYME


CHF 89.00
Quantità

AGGIUNGI AL CARRELLO

Alcune considerazioni: questo vino è uno dei prodotti dove maggiormente si intravede la mano dell'uomo. È un figlio d'arte. La scelta del vigneto, del grappolo, l'epoca di raccolta e poi l'appassimento con le possibilità di scegliere tra il naturale
e il tecnologico, i tempi di riposo in plateaux e poi ancora la pigiatura, con raspo o senza, il taglio delle uve, la fermentazione spontanea o guidata e poi ancora la barrique o la botte grande, tre anni di affinamento oppure sei oppure nove Sono tutti questi elementi che danno un'identità o un quadro talvolta molto differente, artistico o banale. È qui,
quindi, l'abilità e la serietà , oppure il semplice valore dell'uomo che ne determina il risultato finale.

Descrizione del vino: di colore rosso rubino intenso, con ampi archi dati da alcoli superiori. Al naso ricorda d'impatto il fratello maggiore "il Recioto" con
note di uva appassita. Balsamico, offre sentori di ciliegia, prugna e piccoli frutti di sottobosco per chiudere con spezie come il pepe, la menta e la mandorla
amara. In bocca è avvolgente, complesso, con note differenti, dalla frutta alle
erbe, ai fiori rossi: persistente, austero, singolare.

Dati tecnici: scelta dei vigneti più vecchi dell'azienda e altri collaboratori . Le
uve che determinano l'Amarone vengono prese con l'unico criterio dettato dalla tradizione dove l'uva deve avere tutte le caratteristiche per poter sostenere un
appassimento naturale, cioè senza l'uso di deumidificatori. Pigiate poi nel mese di Gennaio, sostano in serbatoi d'acciaio tutto il tempo utile per un avviamento
di fermentazione senza ausilio di lieviti selezionati o altre biotecnologie, escluso
il metabisolfito di potassio quale inibitore di microrganismi patogeni. Pochi
rimontaggi e follature ma con tempi di contatto con la vinaccia per oltre due
mesi. Svinato entra pochi giorni dopo in barili e botti di rovere di Slavonia oltre
che qualche barrique francese. Da questo punto in poi solo regolari rabbocchi.
Il tempo poi piano piano ne modella le caratteristiche.

Abbinamento: formaggi stagionati, carni da cortile, selvaggina, oppure da solo a fine pasto. Può essere consumato anche dopo parecchi giorni dall'apertura.

Zyme - Celestino Gaspari