Prodotti
0
Detail Franciacorta Dosaggio Zero Nature DOCG - Antica Fratta
Capacità: 75cl.
Anno: 2015
Nazione: Italia
Produttore: Antica Fratta
Regione: Lombardia
Tipologia: Spumante
Vitigno: Chardonnay Pinot Nero

FRANCIACORTA DOSAGGIO ZERO NATURE DOCG - ANTICA FRATTA


CHF 31.00
Quantità

AGGIUNGI AL CARRELLO

Tipo di terreno: Calcareo-argilloso di origine Morenica
Uve: 70 % Chardonnay, 30% pinot nero.
Resa per ettaro: 100 quintali d’uva per ettaro, con resa in mosto del 65%.
Vendemmia: Tra metà agosto ed i primi di settembre quando le uve hanno raggiunto la corretta maturazione zuccherina, ma conservano ancora notevole acidità e freschezza
Maturazione: Oltre 42 mesi dalla vendemmia, di cui almeno 36 mesi sui lieviti. Dopo la sboccatura le bottiglie riposano ancora in cantina per altri 5-6 mesi

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE
Colore: Giallo paglierino con riflessi dorati.
Profumo: Ampio, con sentori di spezie e frutta secca.
Sapore: Pulito in bocca con aroma fragrante ed equilibrato buona persistenza
Perlage: Molto fine e persistente, spuma cremosa.
Accostamenti: Eccellente aperitivo, ottimo per accompagnare frutti di mare e pesce crudo.
Temperatura di servizio: 7° – 8° C.

Antica Fratta

La Storia:
Probabilmente anche le cose e non solo le persone hanno un destino scritto, perlomeno questo viene da pensare rileggendo la storia di questa villa. Essa deve il suo attuale aristocratico aspetto ad una doppia ristrutturazione operata ad un secolo di distanza l'una dall'altra.

Nella seconda metà dell'ottocento il Cav. Luigi Rossetti, ricco commerciante della zona, trasformò un casale risalente presumibilmente al XVI secolo nella sua elegante dimora, nonché nella sede dei suoi commerci di vino, in funzione dei quali costruì le bellissime cantine ricavate scavando nella roccia viva della collina degradante alle spalle della villa.
Alla morte del Cav. Rossetti segue un lento declino e tutto sembra finito, ma alla fine degli anni '70 un altro uomo -di vino- irrompe nella -vita- della villa: Franco Ziliani " Patron della Guido Berlucchi " la visita, trovandola in condizioni desolanti, ma ne coglie l'enorme fascino e l'unicità delle cantine.
Dopo una serie di importanti lavori di consolidamento, ricostruzione e restauro, la villa ed il giardino con le sue caratteristiche balze degradanti dalla collina, tornano ad accogliere e ad ammaliare i propri ospiti, immergendoli nel calore di locali arredati con sobria eleganza.